Dott. Paolo Giudici

Paolo Giudici ortopedico osteopata

Il dott. Paolo Giudici, direttore del Centro Ortopedico Osteopatico Milano, è medico chirurgo specialista in Ortopedia e Traumatologia (Ordine dei Medici di Milano) e medico Osteopata (Registro degli Osteopati d’Italia).

Da sempre si occupa di patologia ortopedica dell’età evolutiva, dei disordini muscolo-scheletrici di natura posturale con particolare riferimento alle patologie vertebrali, ed è specializzato nel trattamento conservativo della scoliosi e dell’ipercifosi, e nella terapia manuale osteopatica.

Dopo essersi laureato con il prof. Albino Lanzetta ed aver frequentato il Centro di Traumatologia Sportiva dell’Istituto Ortopedico G. Pini, il dottor Paolo Giudici si è specializzato nel 1993 in Ortopedia presso l’Università degli Studi di Milano.

Dal 1989 al 2014 ha lavorato presso il reparto Scoliosi e Patologia Vertebrale (diretto dal dott. Paolo Sibilla) ed i servizi ambulatoriali della Fondazione Don Carlo Gnocchi di Milano.

Nel 2000 si è diplomato in Osteopatia presso l’Accademia Italiana di Osteopatia Tradizionale di Pescara, approfondendo poi la formazione specialistica con studi di Tecniche Biodinamiche negli USA.

Dal 2000 al 2018 è stato Professore a Contratto presso l’Università Statale di Milano, corso di Laurea in Ostetricia (diretto dal prof. Walter Costantini), dove ha insegnato l’approccio diagnostico e terapeutico ortopedico ed osteopatico alla gravidanza, al parto e al neonato.

Dal 2008 al 2010 è stato Professore a Contratto di Ortopedia e Traumatologia dell’età evolutiva per il corso di Laurea in Fisioterapia presso l’Università degli Studi di Milano.

E’ inoltre docente presso alcune scuole di osteopatia accreditate dal Registro degli Osteopati d’Italia e presso i Master di Osteopatia dell’età evolutiva dell’Università di Milano – Bicocca e dell’Università di Chieti.

Nel lavoro quotidiano, il dottor Paolo Giudici ortopedico ed osteopata è particolarmente attento alle esigenze di ogni singolo paziente. Per ogni caso ritiene opportuno che la terapia debba essere decisa concordemente, convinto che ogni atto medico e ogni trattamento manuale basino la propria efficacia non solo sulle evidenze scientifiche, ma anche sul rapporto umano tra terapeuta e paziente.

Appassionato di musica, suona regolarmente la chitarra. Portato in montagna da neonato, non ha più smesso di frequentarla, in ogni stagione. Pratica con continuità l’arrampicata, lo sci-alpinismo, l’alpinismo, l’escursionismo e lo sci da discesa.

E’ padre felice di tre figlie e…di due cagnoline femmine.